Giocare può aiutarci a conoscere meglio il mondo della ricerca e a capire quanto questa influenzi la nostra vita quotidiana.
La “Notte dei Ricercatori 2007” presenterà giochi interattivi di qualsiasi genere, dalla caccia al tesoro e i giochi con elementi chimici per i più piccoli a giochi sull’equilibrio e la nostra vita quotidiana per i più grandi...



> Correre sull'acqua
> Divertisuolo: Suolo acqua e vita, un'avventura sotterranea
> Simulazione per lo studio dei sistemi complessi
> Gli strabilianti fluidi complessi
> Sudoku, Futoshiki, Round-robin: come si costruiscono i giochi di logica
> Il luna park della chimica
> Paradosso meccanico
> Centralino pazzo
> Pendolo caotico
> Parabole acustiche
> Rizzacapelli
> Gelato all'azoto

> Giochi e matematica
> Ipse dixit: un gioco in biblioteca con le frasi più celebri della scienza
> Gioca coi materiali!



> Una notte matemagica

> Caccia al ricercatore
> Giocoscienza con i suoni



TORINO

> Correre sull'acqua
Alcuni liquidi sono più densi e viscosi di altri, alcuni hanno inoltre un comportamento diverso a seconda di come vengono messi in movimento. I ricercatori dimostreranno come una soluzione di amido di mais possa sembrare un solido o un liquido a seconda di come venga stimolata: se proviamo a camminare lentamente sulla superficie della piscina, si affonda come in un liquido ordinario, ma se proviamo a correre, la soluzione si irrigidirà sotto i piedi permettendo di correre senza affondare.
L'esperimento verrà realizzato dal Dipartimento di Fisica Generale -
Università degli Studi di Torino
Ricercatori: Guido Boffetta, Andrea Bistagnino, Antonio Celani
www.to.infn.it/~bistagni/fluidicomplessi
fluidicomplessi@gmail.com


> Divertisuolo: Suolo acqua e vita, un'avventura sotterranea
L'attività proposta presenta, sotto forma di gioco, un "viaggio" attraverso il suolo: la nascita, la vita al suo interno, il rapporto con l'acqua nelle diverse forme, liquida e solida (neve, ghiaccio). Il "viaggio" si articola in diversi momenti-gioco in cui sono illustrati alcuni fenomeni che caratterizzano il sistema suolo. Gli esperimenti saranno guidati da animatori esperti e consisteranno in giochi, osservazioni, semplici attività (compresa la manipolazione) e simulazioni che coinvolgeranno direttamente il giovane pubblico.
L'esperimento sarà presentato dal Dipartimento per la Valorizzazione e la Protezione delle Risorse Agroforestali
- Università degli Studi di Torino
Ricercatori: Ermanno Zanini, Angelo Caimi, Michele Freppaz


> Simulazione per lo studio dei sistemi complessi
Lo scopo dell'attività è illustrare alcune delle problematiche che si affrontano quando si interagisce con un sistema complesso. L'interazione viene realizzata attraverso un management flight simulator in cui il visitatore deve assumere uno specifico ruolo: in uno degli esempi, ci si finge direttore del personale e si definiscono le politiche di assunzione e licenziamento in un'azienda allo scopo di innalzarne la produttività. Il pubblico coinvolto potrà interagire con versioni semplificate di alcune delle piattaforme, progettate per effettuare ricerche nell' ambito dei sistemi complessi.
La simulazione verrà realizzata dal Dipartimento di Statistica e Matematica
Università degli Studi di Torino
Ricercatori: Ugo Merlone, Pietro Terna

> Gli strabilianti fluidi complessi

I ricercatori dimostreranno che esistono strani liquidi che si comportano in modo straordinario: ad esempio basta un altoparlante per far alzare in colonne una miscela di acqua e amido, oppure lo shampoo, se fatto cadere nel modo giusto, rimbalza sulle superfici dure come se fosse di gomma. I visitatori potranno assistere a questi e altri semplici esperimenti, che potranno realizzare anche a casa. In realtà i fluidi complessi si prestano ad importanti applicazioni tecnologiche, come il trasporto del petrolio grezzo o addirittura aiutano i pompieri a spegnere gli incendi.
La dimostrazione verrà presentata dal Dipartimento di Fisica Generale
Università degli Studi di Torino
Ricercatori: Guido Boffetta, Andrea Bistagnino, Antonio Celani
www.to.infn.it/~bistagni/fluidicomplessi
fluidicomplessi@gmail.com


> Sudoku, Futoshiki, Round-robin: come si costruiscono i giochi di logica
Vedrete come formulare sia la risoluzione pura dei vari giochi di logica proposti che la loro costruzione come modelli di Programmazione Lineare Intera, per la quale esistono software commerciali e liberi molto efficienti. Vedrete anche come costruire con le stesse tecniche dei sudoku letterari personalizzati.

Politecnico di Torino


> Il luna park della chimica
Giocando con noi al "piccolo chimico", potrai studiare la struttura ed il comportamento della materia e capire come gli atomi e le molecole interagiscono fra loro. Nel nostro laboratorio possiamo costruire insieme molecole e cristalli, osservare cosa succede quando sostanze diverse vengono poste in contatto, esplorare le proprietÓ di acidi e basi, fare semplici esperimenti per capire le reazioni fra solidi, liquidi e gas. Giocando con gli elementi della tavola periodica ti aiuteremo a capire quanta chimica c'Ŕ nella nostra vita di tutti giorni.

Politecnico di Torino


> Paradosso meccanico
Fate rotolare il doppio cono lungo il piano inclinato e meravigliatevi quando, alla fine della discesa tenderà a risalire.
Spontaneamente i corpi tendono ad assumere la posizione di equilibrio nella quale il baricentro è il più basso possibile. In questo caso, in salita, a causa dell’allargarsi delle guide, il baricentro, localizzato nel centro del doppio cono, si abbassa rispetto ai punti di appoggio. Il doppio cono sale, ma il suo baricentro scende!

Experimenta


> Centralino pazzo
Un intreccio di tubi per incanalare la voce renderà più complicato di quanto si pensi capire chi ci sta parlando attraverso i diversi microfoni.

Experimenta


> Pendolo caotico
Un pendolo magnetico oscilla sospeso su altri tre magneti disposti ai vertici di un triangolo equilatero rivolgendo verso l’alto lo stesso polo. L’oscillazione del grave non dipenderà soltanto dalla legge di gravità ma anche dal variabile combinarsi delle forze attrattive e repulsive dei magneti sottostanti.
Il pendolo magnetico risulta molto sensibile alle condizioni iniziali: una piccola variazione nel moto di avvio causa grandi cambiamenti di traiettoria, tanto che diventa impossibile prevedere dove il pendolo si dirigerà. Il moto che ne risulta è un esempio di “caos deterministico”. Seguendo il tracciato del pendolo si scopre che esso disegna un “attrattore strano”, una figura scoperta dal meteorologo Edward Lorenz negli Anni ‘60. L’attrattore strano rientra nella geometria dei frattali, sviluppata dal matematico Benoit Mandelbrot.
Cambia la posizione dei magneti con la maniglia evidenziata in rosso e osserva come varia il comportamento del pendolo e la sua traccia nella sabbia.

Experimenta


> Parabole acustiche
La comunicazione richiede un mezzo fisico di propagazione: un segnale ottico (luce, colori), elettrico (telegrafo, dati digitali trasmessi da un computer attraverso un modem) o acustico, come nel caso di queste due parabole.
Un gioco che permette di focalizzare i suoni a distanza. Due parabole concentrano le onde sonore emesse in prossimità di uno dei due padiglioni e le ritrasmettono all'altra estremità: il visitatore può, parlando attraverso queste strutture, comunicare sussurrando, anche a parecchi metri di distanza.

Experimenta


> Rizzacapelli
Un generatore elettrico ha creato una tensione elettrostatica di oltre centomila volt tra la piattaforma e le pareti della stanza. Miliardi di innocui elettroni stanno percorrendo il vostro corpo, raggiungendo la punta dei capelli. Gli elettroni hanno carica elettrica negativa. Poiché due cariche di segno uguale si respingono, le punte dei capelli tendono a divergere, i capelli si allontanano l'uno dall'altro, e quindi si sollevano. L'alta tensione non deve preoccupare: in realtà l'intensità della corrente in gioco è piccolissima!
Salite sulla pedana, chiudete gli occhi per qualche secondo, poi riapriteli e guardatevi nello specchio: i vostri capelli sono dritti come gli aculei di un istrice e fluttuano magicamente nell'aria.

Experimenta


> Gelato all'azoto
una serie di esperimenti di "criogastronomia", dimostrano come ci possano essere nuove strade per preparare i cibi, attraverso il freddo e non il caldo. Utilizzando l'azoto liquido (-196°) prepareremo alcuni piatti. E, come gran finale, vi aspetta una vera e propria iniziazione alla cucina del grande freddo: con l'azoto liquido, sempre più alla portata di tutti, preparerete un gelato in pochi secondi, o inventerete nuove consistenze stupefacenti per i vostri ingredienti consueti.

Attività di CentroScienza e Agorà Scienza





ALESSANDRIA

> Giochi e matematica
Nei laboratori di Matematica


> Ipse dixit: un gioco in biblioteca con le frasi più celebri della scienza
In Biblioteca


> Gioca coi materiali!

Politecnico di Torino – Sede di Alessandria







VERCELLI

> Una notte matemagica
I curiosi potranno giocare nei nostri 4 angoli dedicati a:
- l’isola del tesoro (ovvero il Teorema di Jordan);
- le bolle di sapone (ovvero le superfici minime);
- 6+7=1 (ovvero gli Z_n);
- ferrovie italiane e francesi (ovvero paese che vai metrica che trovi)Politecnico di Torino – Sede di Vercelli






BIELLA

> Caccia al ricercatore
I giardini Zumaglini ospitano cinque stand con altrettante attività dedicate a ricercatori storici nati nel Biellese, come Avogadro, Sella e Schiapparelli. Una caccia al ricercatore dedicata agli alunni del secondo ciclo delle scuole elementari.


> Giocoscienza con i suoni
Laboratorio a cura dell'Editoriale Scienza per bambini da 5 a 12 anni
Palazzina Piacenza - Biblioteca dei Ragazzi - h 17-19
Esperimenti proposti:
La danza dei granelli di sale
Vedere le vibrazioni
Le campane
Suonare i bicchieri
Strumenti per capire il suono
Il memory