Giocare può aiutarci a conoscere meglio il mondo della ricerca e a capire quanto questa influenzi la nostra vita quotidiana.
La “Notte dei Ricercatori 2006” presenterà giochi interattivi di qualsiasi genere, dalla caccia al tesoro e i giochi con elementi chimici per i più piccoli a giochi sull’equilibrio e la nostra vita quotidiana per i più grandi...



> La caccia al tesoro
>
> Passeggiare in equilibrio
> Il Luna Park della Chimica


> Pseudo-sciences, unusual phenomena and science teaching




TORINO

> La caccia al tesoro per bambini
Un grande gioco a tappe rivolto a bambini e ragazzi dagli 8 ai 14 anni in piazza Castello e in alcuni luoghi significativi della scienza torinese. Un percorso attraverso esperimenti e quiz alla scoperta di grandi scienziati del passato e delle modalità della ricerca scientifica.
Iscrizioni gratuite fino ad esaurimento posti presso lo stand “Le Vie della Scienza” dalle 17:00 alle 17:30.
In collaborazione con Andrea Vico (divulgatore scientifico free-lance).
Stand "Le Vie della Scienza": Uno stand in piazza Castello costituito da una grande foto aerea calpestabile del centro di Torino sulla quale saranno evidenziate le 20 strade centrali (tra le più di 50 presenti in tutta la Città) che portano il nome di scienziati illustri.
Il pubblico potrà passeggiare sulla mappa e scoprire in modo diverso dal solito aspetti scientifici, umani e curiosità della vita di questi personaggi.
Le foto aeree della Cittàdi Torino sono state fornite dall’Ufficio Cartografia Numerica.
Contatti: Maggiori informazioni sul Centro AgoràScienza all’indirizzo www.agorascienza.unito.it, oppure contattando il numero 011-6705947.

>
Obiettivi: La scelta del luogo in cui vivere così come la necessità di migliorare le proprie condizioni di vita, richiedono ogni giorno una serie di soluzioni più o meno complesse, ognuna legata ad aspetti di ricerca, innovazione e sviluppo, spesso indagati e “risolti” dalle competenze multidisciplinari del Politecnico. Sono livelli di decisioni in ognuna delle quali l’individuo è o può essere parte attiva al momento della scelta: L’esperimento vuole indurre il giocatore a trasformarsi da semplice abitante aricercatore “politecnico”.
Svolgimento: Due giocatori davanti a una postazione interattiva: uno è l’abitante “comune” (il navigatore), l’altro il ricercatore (il co-pilota), che traghetta l’abitante verso la sponda delle competenze scientifiche esperte. Infatti, ad ogni fase il co-pilota istruisce il navigatore e lo esorta a portare a termine l’esplorazione nei “nodi” dell’abitare: o ti fermi o procedi indagando gli aspetti più spiccatamente tecnico- scientifici, vestendo i panni di colui che è esperto nella storia, nella tecnologia, nell’economia, ecc. per trovare possibili soluzioni.
Risultati: Durante il “viaggio” l’abitante ha indagato aspetti delle scienze dell’architettura e dell’ingegneria legati a specifiche competenze, che gli forniranno il suo ”profilo di ricerca” e il suo livello di autocoinvolgimento in tale iniziativa. L’esperimento ti segnala le tue vocazioni, il tuo approccio alla ricerca e la tua predisposizione al confronto con i differenti “ruoli” scientifici, descrivendoti secondo un profilo curioso e, talvolta, inaspettato.
Contatti:
Politecnico di Torino - II Facoltà di Architettura
- Cristina Coscia (referente DICAS) - Dipartimento Casa Città - Tel: +39 011 5646407; e-mail: cristina.coscia@polito.it
- Riccardo Balbo - Dipartimento Casa Città - e-mail: riccardo.balbo@polito.it
- Francesca De Filippi - Centro di Documentazione Paesi in Via di Sviluppo - Tel: +39 011 5646429; e-mail: francesca.defilippi@polito.it

> Passeggiare in equilibrio
Obiettivo: L’ingegneria applicata alle scienze della vita permette, attraverso esperienze interattive, di verificare alcuni principi base del controllo motorio.
Svolgimento: Attraverso alcune semplici esperienze di posturografia statica e dinamica, il partecipante può verificare come, mantenendo la postura eretta, il centro di pressione al suolo non sia fisso, ma influenzato dal sistema di controllo della postura eretta.
Una seconda esperienza consiste nel mostrare l’attività dei muscoli posturali dell’arto inferiore, in modo da evidenziare il loro ruolo nel mantenimento “attivo” della postura eretta.
Una terza esperienza si basa sulla spiegazione dei principali meccanismi che caratterizzano il cammino umano. In questo caso la dimostrazione prevede esercizi con il supporto di strumenti specifici e la presentazione di alcuni tracciati di soggetti patologici.
Risultati: La dimostrazione dei principali meccanismi coinvolti nel mantenimento della postura eretta e del cammino, rendendo evidente come oggi lo studio del controllo motorio non possa fare a meno del supporto dell’ingegneria.
Contatti:
Politecnico di Torino - Dipartimento di Elettronica
Prof. Marco Knaflitz - Tel.: 011 564 4135, Fax: 011 - 564 4099, e-mail: marco.knaflitz@polito.it

> Imparare giocando: il luna park della chimica
Obiettivi: Non esiste alcun aspetto della nostra vita quotidiana in cui la chimica non sia coinvolta. Tutto intorno a noi è fatto di chimica: la terra dove camminiamo, l’acqua che beviamo, l'aria che respiriamo, persino noi! Semplici gesti come indossare una giacca di nylon o accendere il gas o prendere un’aspirina, ci fanno comprendere quanta chimica ci sia nella nostra vita quotidiana. L’obiettivo è quindi avvicinare i ragazzi al mondo della chimica.
Svolgimento: Per capire come è fatta la materia e cos'è la chimica è molto utile fare un paragone fra chimica e linguaggio. Ogni linguaggio è basato su lettere, raccolte in un alfabeto. Le lettere della chimica sono gli atomi (H, O, C, ecc.). Le lettere dell'alfabeto si possono combinare in gruppi, si ottengono, così, le parole. La stessa cosa accade per gli atomi: combinando gli atomi secondo regole imposte dalla natura si ottengono le molecole, che sono quindi le parole della chimica. Come ci sono parole corte (cioè fatte di poche lettere) e parole lunghe, così ci sono molecole fatte di pochi atomi (l’acqua H2O - 2 atomi di idrogeno e 1 di ossigeno) e molecole grandi (l’acido oleico C18H34O2 - 54 atomi).
Risultati: Benvenuto al luna park della chimica!
Guarda la tavola periodica, scegli un elemento e giocando con noi scoprirai qualcosa di più sulle reazioni tra solidi, liquidi e gas, sulle strutture cristalline, sull’interazione tra la materia e la radiazione elettromagnetica, scoprirai i colori.
La chimica è divertimento!
Contatti:
Politecnico di Torino - Dipartimento di Scienza dei Materiali e Ingegneria Chimica
- Emma Angelini - Tel: +39 0115644642; e-mail: emma.angelini@polito.it
- Sabrina Grassini - Tel: +39 0115644642; e-mail: sabrina.grassini@polito.it






ALESSANDRIA

> Pseudo-sciences, unusual phenomena and science teaching
L’oroscopo senza stelle
Cartomanti, chiromanti, astrologi et similia sfruttano il cosiddetto Effetto Barnum per convincerci dei loro presunti poteri paranormali. Venite a vedere di che cosa si tratta, abbiamo istruito un calcolatore a scrivere per voi un oroscopo personalizzato!

Il letto di chiodi
Vi siete mai chiesti come fanno i fachiri a sdraiarsi su un letto di chiodi acuminati?
Sembra incredibile, ma lo potete fare anche voi! La meditazione non serve, basta un minimo di agilità ....

Pirobazia
Camminare sui carboni adenti. Stasera non abbiamo potuto replicare la passeggiata per ovvi motivi di sicurezza. Però vi spieghiamo come sia possibile farlo senza provare alcun dolore. Entrate e scoprite i “misteri” della conduzione termica, noti da secoli ....