Evento
Passion for prototypes

Esposizione e presentazione di prototipi...

> ISWEC - Inertial Sea Waves Energy Converter Generatore di energia elettrica da moto ondoso
> Innovative Aircraft Design and Development (ENFICA-FC, HELIPLATŪ Projects)
> WINCLIMB - Robot arrampicatore per superfici lisce Innovative solution for climbing and cleaning on smooth surfaces
> Energy saving
> Evolution at work

> Forti questi materiali!! Ma quanto sono resitenti?



TORINO

> ISWEC - Inertial Sea Waves Energy Converter Generatore di energia elettrica da moto ondoso
Il sistema di conversione dell'energia č basato su un sistema giroscopico. Nel prototipo č possibile identificare l'elemento giroscopico supportato da due anelli concentrici che ne consentono il moto di precessione. La precessione viene indotta dalla rotazione del telaio esterno (provocata dal moto ondoso) ed i generatori elettrici trasformano le rotazioni relative degli anelli in energia elettrica. Nel prototipo č possibile simulare il moto ondoso agendo su una leva e facendo ruotare il telaio. Viene misurata la potenza in ingresso e la potenza trasformata dal sistema di conversione.

Ing. Giuliana Mattiazzo
Dipartimento di Meccanica
Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi 24
10129 TORINO
carlo.romano@polito.it



> Innovative Aircraft Design and Development (ENFICA-FC, HELIPLATŪ Projects)
L'utilizzo dell'energia solare (quota prevista 12-15 km) combinata con l'utilizzo di celle a combustibile a idrogeno per il volo diurno-notturno, richiede l'ottimizzazione della configurazione e la definizione delle tecnologie critiche installate a bordo (ENFICA-FC per le celle a combustibile, HELIPLAT per le celle solari e la configurazione). Verranno realizzati opportuni dimostratori per convalidare le scelte di progetto.

Prof. G. Romeo Tel: +39(0)115646820 Fax +39(0)115646899



> WINCLIMB - Robot arrampicatore per superfici lisce Innovative solution for climbing and cleaning on smooth surfaces
Otto ventose appositamente disegnate per aderire su superfici bagnate e alimentate da eiettori, dispositivi pneumatici senza parti mobili in grado di generare il vuoto permettono al robot di aderire a qualsiasi superficie a tenuta d'aria e arrampicare in tutte le direzioni spinto dalla forza dell'aria compressa. L'elettronica di governo basata su PLC consente all'operatore di pilotare il robot utilizzando un telecomando.

Ing. Roberto Grassi
Dipartimento di Meccanica
Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi 24
10129 TORINO
guido.belforte@polito.it


> Energy saving
Seconda dopo Ternitalia per il consumo di energia elettrica Telecom Italia attraverso i sui laboratori di ricerca sta ponendo grande attenzione al risparmio energetico con una serie di progetti e studi per monitorare e ridurre i consumi elettrici in tutta la rete di telecomunicazioni, dalle centrali a casa dell’utente. Alla notte dei ricercatori i visitatori potranno toccare con mano le soluzioni di energy saving che Telecom Italia adotterà nel prossimo futuro.

> Evolution at work
Centro Ricerche Fiat
Il Centro Ricerche Fiat S.C.p.A. (CRF) è nato nel 1976 come polo di riferimento per l’innovazione e la ricerca e sviluppo del Gruppo Fiat. Con un organico di oltre 850 ricercatori altamente qualificati, sostiene attivamente la crescita tecnologica del Gruppo Fiat, dei suoi Partner e del territorio in settori quali il veicolo ed i suoi sistemi, la mobilità ecologica e sicura, la telematica, i nuovi materiali e le relative tecnologie, la meccatronica, l’ottica.
In occasione della Notte dei Ricercatori 2008 il CRF espone:
- Phylla: Veicolo Urbano Multi-Ecologico e Sostenibile, laboratorio tecnologico promosso dalla Regione Piemonte e nato dalla sintesi di più forze e competenze territoriali, che ha visto il CRF nel ruolo di Vehicle Project leader.
- Micro&Nano e Materials Labs: soluzioni d’avanguardia provenienti dai nostri laboratori
Come illustrano i prototipi e i progetti presentati, il CRF adotta un approccio sistemico volto a studiare soluzioni innovative che esprimano un concetto di mobilità sostenibile a tutto tondo, che comprende quindi la riduzione delle emissioni tramite motori innovativi, ma anche la riduzione dei consumi attraverso l’alleggerimento, l’aerodinamica, l’ottimizzazione dei sistemi veicolo, l’infomobilità, il processo produttivo eco-compatibile, l’utilizzo di materiali ecologici e riciclabili fino ad approdare alla riduzione della congestione del traffico e dei rumori.

Centro Ricerche Fiat S.C.p.A.
Strada Torino, 50 10043 Orbassano (TO), Italia
Tel +39 011 9083111
marketing@crf.it
Maggiori informazioni su: www.crf.it




ALESSANDRIA

> Forti questi materiali!! Ma quanto sono resitenti?
Si sono preparati nanocompositi con diverse matrici polimeriche tra cui poliolefine, poliammidi e poliesteri a cui sono state aggiunte differenti nanocariche (fillosilicati, nanotubi di carbonio, POSS) studiando la dispersione delle stesse cariche nel polimero. Per la preparazione dei materiali si sono ottimizzate le variabili di processo della miscelazione delle nanocariche nel polimero fuso.

Dr. Alberto Frache, tel 0131 229304